Come organizzare un Busker Festival con Artisti di Strada?

Vuoi organizzare un festival di artisti di strada nel tuo paese?  O più semplicemente una giornata dedicata al circo e agli spettacoli per bambini?
La nostra associazione si occupa anche di questo, aiutandoti nel processo di ideazione e creazione dell'evento, consigliando artisti e spettacoli in base agli spazi e tempi a disposizione o curando per tutto la direzione artistica e quella tecnica della manifestazione.
Invia una mail a info@inerzia.org e prenditi due minuti per leggere questo articolo

Come organizzare un Busker Festival?

Molti privati ed enti ci contattano per sapere come far arrivare artisti di strada al loro evento, perchè vogliono associare un busker festival alla propria manifestazione, avendo così spettacoli senza dover pagare nulla, considerando che gli artisti possono "fare cappello", ossia raccogliere le offerte del pubblico a fine spettacolo.
C'è da fare un po' di chiarezza.
E' vero, in tutto il Nord Europa esistono dei grandissimi Busker Festival in cui gli artisti guadagnano solo dal cappello. Non tutti sanno che l'organizzazione si occupa dell'alloggio in albergo, provvede al vitto in ristorante o fornisce una diaria di qualche decina d'euro ad artista al giorno, paga il rimborso del viaggio, anche internazionale. Gli artisti scelgono di andare a queste condizioni perchè questi festival in anni di lavoro hanno creato una cultura dello spettacolo di strada, il pubblico è "educato" a contribuire agli spettacoli e solo con le offerte del pubblico gli artisti ricavano in media quanto con un ingaggio in Italia, se non più. Inoltre questi festival sono spesso in rete con organizzatori di eventi e direttori artistici di altri festival. Per cui gli artisti hanno l'occasione di ottenere contatti e ingaggi da tecnici professionisti del settore.
Se stai pensando di organizzare un Busker Festival per avere artisti senza dover pagare degli ingaggi, o forse solo con i rimborsi spesa, sei fuori strada.
Ma di sicuro non devi rinunciare alla tua idea, basta aggiustare il tiro. Non spenderai necessariamente decine di migliaia di euro, come succede solo per l'affitto di palco e service per far suonare una nota band degli anni '70...

Questo esempio non è fatto a caso, sempre più comuni in Italia scelgono di organizzare un festival o una rassegna di artisti di strada: investendo meno fondi di quanti ne dovrebbero stanziare per due ore di concerto, ottengono intendono intere giornate di intrattenimento, festa e cultura, una manifestazione creata appositamente per valorizzare il propio territorio o per far crescere il prorio evento.

Cos'è un Festival di Artisti di Strada?

<<è un momento di aggregazione creativa che porta differenti realtà locali a lavorare insieme sul territorio con lo scopo di creare un evento culturale, artistico e sociale nel modo più sano e genuino che esiste: con la risata, uno dei modi più primordiali di comunicare.
Infatti si dice che la risata sia stata usata dai nostri progenitori, per rassicurarsi tra di loro che tutto andasse bene, un modo per sdrammatizzare la realtà e portare empatia tra i membri della comunità.
Ebbene, un Festival di Artisti di Strada è regalare risate alla gente!
Ma è anche una celebrazione dell'estro e della creatività umana, in grado di meravigliare a tutte le età.>> (cit. Teverina Busker Festival)

Il termine Festival degli Artisti di Strada sta venendo sovrasfruttato e sottovalutato. Un Festival di Artisti di Strada non è solo una serie di spettacoli, ma sono attività collaterali, luoghi d'incontro, spazio di condivisione per il pubblico e per gli artisti.
Non ci sono numeri precisi, ma per essere un Festival devono partecipare diverse compagnie artistiche e preferibilmente durare minimo due giorni.
C'è bisogno di un programma, di postazioni spettacolo ben segnalate, volontari, punti informazione, responsabili della tecnica, direttore artistico, referenti di piazza, ...
Un Festival coinvolge a pieno il territorio che lo ospita, che per quei giorni diventa il festival stesso. Le realtà locali, i commercianti, le istituzioni sono tutti parte del Festival. Lo scopo del festival è spesso, quello di coniugare la tradizione locale, con le nuove forme di arte contemporanea e d’avanguardia.
Il paese ospitante deve fortemente volere il festival, deve sognarlo, deve aspettarlo, tutte le energie devono coinvolgere per far sì che quei giorni siano per tutti una grande festa. Anche perchè verranno bloccate strade, pedonalizzate aeree, si occuperà il suolo pubblico, ...

E' sicuramente impegnativo, ma quante soddisfazioni!
Realizzare un Festival è un'opportunità incredibile per un paese o territorio. Permette di riacquisire un'identità di cui andare fieri, di lavorare fianco a fianco con i propri vicini e creare qualcosa che è proprio. I Festival nascono per crescere ed in pochi anni riescono a diventare un appuntamento di prestigio all’interno del cartellone degli eventi estivi non solo comprensoriali, ma anche dell’intero di aree interregionali, passando da qualche centinaio di partecipanti a decine di migliaia di spettatori!

Festival, Rassegna o Giornata?
Abbiamo diverse opzioni per organizzare un evento di con artisti, circo e teatro di strada.
Quando non si vuole concentrare tutto in una sola settimana, ma si vorrebbe avere una programmazione culturale diffusa, si può pensare ad una Rassegna di circo e teatro di strada. Facciamo un esempio: per tre mesi una volta a settimana due spettacoli dal vivo, per un totale di 24 spettacoli. In questo modo si da un'offerta culturale per tutta una stagione, si forma il pubblico territoriale alla visione di spettacoli, si ottiene un fidelizzazione degli pubblico di zone limitrofe che ritorna in occasione degli spettacoli.
Altra alternativa, realizzare un giornata di circo in strada. Con sole tre compagnie che replicano uno spettacolo di 30-45 minuti per due volte ciascuna, otteniamo circa 4 ore di spettacolo - se non consideriamo pausa alcuna. "Less is More" dicono gli inglesi, a volte facendo meno possiamo ottenere dei grandi risultati.
 

Pronto a realizzare il tuo evento con artisti di strada e spettacoli di circo? O vuoi saperne di più? Scrivi a info@inerzia.org

Buona giornata e buoni spettacoli!